Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Televisione’ Category

Dal sito della Lega Nord, illustrato da un Bossi pre-ictus, è possibile vedere le trasmissioni di Telepadania.
Più che possibile, obbligatorio: perché il sonoro scatta senza requie all’apertura del sito.
Più che vedere, vedere e rivedere, sentire e risentire: perché non pare possibile interrompere il video se non chiudendo la pagina.

L’angolo della mente è una delle più impegnate e impegnative. Psicologia, niente di meno.
Il professor dottor Cadonati si incarica di introdurci, con parole semplici, ai misteri dell’animo umano – il tutto introdotto dalle vertigini di Escher e dalla ninnananna aracnofobica dei Cure, per i fan dei Cure e per quelli di Escher.

Stenografico (approssimativo) di una puntata. Si parla di “appartenenza”.

Cadonati: Il legame della Lega con la gente è forte, di difficile comprensione per chi non ha questo senso di appartenenza.
Non è folklore ma visione della politica e dell’organizzazione dello Stato [la maiuscola è mia, NdR].
I grossi giornali non capiscono la forza della Lega. Proiettano la loro speranza, per un meccanismo psicologico che io ben conosco, di vedere un prato [quello di Pontida, NdR] deserto.
È come un marito che pensa che la moglie lo tradisca e finisce per crederci… ma non sto parlando di me! Anche perché io non ho una moglie… io convivo!
I giornali costruiscono una visione alla quale vogliono credere, poi finiscono per crederci davvero.
Della Lega Nord vengono fatti vedere personaggi coloriti, così non è per gli altri partiti. Per soddisfare il proprio editore si cercano figure da esibire per confermare il proprio pregiudizio.
Si trasmette un’immagine adolescenziale. Ma così sono i partiti rivoluzionari.
Alcuni giornalisti e la sinistra fanno apparire i peccatori come gente poco perbene e peccatori… vedi le corna della Lega…
La Lega Nord è la spinta verso l’autonomia, la ribellione. Non è gestibile né comprabile. Si vuole svilirla, ma scatta l’appartenenza a difesa di tale autonomia.
In effetti quasi tutti i partiti sono di sinistra, ma le elezioni le vince la destra… non parliamo dell’ultima parte… tutta l’Europa sta andando a destra, eppure la stragrande maggioranza dei giornali, dei giornalisti sono di sinistra. Come mai? Dovrebbero andare tutti a sinistra, se fosse vero che loro sono in grado di manipolare così tanto la folla. Ma questa invece è un’evidenza che la gente, checché ne pensino loro, è in grado di pensare in una maniera autonoma, che gli slogan, queste cose sono… fanno presa sulle… anime deboli, sostanzialmente, quindi su coloro che non hanno personalità e sono disposte a… ingurgitare qualunque tipo di, eh… messaggio o slogan… senza pensare.

Conduttore: Chiarissimo. Il tempo a nostra disposizione purtroppo è finito… allora grazie professore per questa chiacchierata, ovviamente…

Cadonati: Grazie a tutti voi.

Conduttore: Grazie ai telespettatori, e ovviamente grazie a soprattutto quelli, a tutti quelli che erano a Pontida su quel prato… con poco fango, quest’anno, per fortuna.
A settimana prossima, saluti!

(barbara biagini)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: