Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘referendum’ Category

Anni or sono, un referendum del popolo francese cancellò il progetto di una brutta e prolissa costituzione europea.
Allora molti, in Francia e altrove, videro in questo evento una manifestazione della ricorrente capacità dei francesi, dalla Rivoluzione del 1789 in poi, di esprimersi con coraggio in modo corale, improvviso ed inatteso.

Oggi, il governo francese di destra (assieme a quello tedesco) strappa il diritto di esprimersi mediante referendum democratico al popolo greco, che, due millenni e mezzo fa, creò la democrazia e le impresse il nome.

Quali indebite pressioni sono state esercitate? Solo minacce economiche, o altre? Ad esempio, mancato appoggio sul problema di Cipro, o nella contrapposizione con la Turchia?

Possiamo accettare che i rappresentanti del mondo dell’economia ci dettino non solo le regole dei bilanci, ma addirittura quelle della nostra vita democratica?

GdC

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Le preferenze degli abitanti di Milano che hanno votato per i nove referendum – quattro nazionali e cinque cittadini.

I voti degli italiani che, in Patria e all’estero, hanno risposto ai quattro quesiti nazionali (a differenza di quanto riportato sul sito del ministero dell’Interno, i dati sono quelli definitivi).

Una sintetica rassegna stampa dal sito di Vita, periodico espressione delle maggiori organizzazioni italiane del terzo settore.

Read Full Post »

Alle 22,00 di domenica 12 giugno, prima delle due giornate referendarie, l’affluenza supera il 40% degli aventi diritto al voto.
http://referendum2011.interno.it/
41,14%: è la percentuale di quanti hanno espresso la propria opinione sui primi due quesiti (affidamento dei servizi pubblici locali e tariffa del servizio idrico).
Sull’abolizione del nucleare si è pronunciato il 41,11% (strano… doveva essere questo il traino della partecipazione).
Il quesito sul legittimo impedimento ha raccolto il 41,10% delle adesioni.

Stando a quanto dicono gli esperti, il 40% affluenza alle urne alle 22,00 sarebbe il segnale che il quorum sarà raggiunto. Sarebbe la prima volta da sedici anni a questa parte.

L’87,7% della consultazione su divorzio è lontana, ma… 37 anni possono essere tanti. Tutto sommato, non li portiamo malaccio.

E poi, a Milano, altre cinque schede. Alle 19,00 si è vicini al quorum del 30%, al termine della prima giornata ha votato il 38% dei milanesi: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/13/i-cinque-referendum-milanesi-superano-il-quorum/117764/

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: