Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Primarie Centrosinistra’ Category

2 dicembre 2012, ballottaggio delle Primarie del centrosinistra.

Diverse persone si sono presentate al seggio (il numero 4 di Milano, allestito presso il centro ACLI di via Giuseppe Giusti) presentando una lettera ambigua che affermava la legittimità della loro richiesta di poter votare in assenza di registrazione per il primo turno.

Abbiamo fatto votare coloro che si erano preregistrati (senza aver completato, come previsto, la registrazione presso un ufficio elettorale) e che non avevano votato il 25 di novembre. Abbiamo invece respinto coloro che non avevano adempiuto nemmeno alla preregistrazione. Qualcuno si è lamentato anche rumorosamente, altri si sono rattristati riconoscendo la propria inadempienza.

Poi c’è stato chi ha preso un aereo solo per venire a votare e ci ha mostrato il biglietto, chi il 25 ha votato altrove, chi ha perso o buttato via il certificato elettorale. Tutti sono stati ammessi al voto, anche nel caso in cui non avessero ricevuto il nulla osta. Perché siamo stati concordi nel ritenere che andasse applicata la regola del buon senso.

Tornata a casa ho ascoltato le dichiarazioni dei due candidati e mi sono commossa al discorso – pur polemico, ma anche pieno di voglia di esserci con le proprie idee – di Renzi come a quello – da vincitore, ma tranquillo, ma forte, ma entusiasmante – del vincitore.

Al seggio tutti noi – renziani bersaniani vendoliani – ci siamo divertiti e ci siamo dati da fare. Abbiamo mangiato torta salata e bevuto acqua e spumante, abbiamo scambiato battute cordiali e polemiche.

Per me, scrutatrice, il 2 dicembre 2012 è stata una bella, faticosa, istruttiva giornata.

Barbara Biagini

Annunci

Read Full Post »

A chi andranno – se andranno a qualcuno – i voti di Nichi Vendola?
Il 15,6%  ottenuto al primo turno delle Primarie dal presidente della Puglia sarebbe decisivo sia per la vittoria di Bersani sia, anche se solo per un soffio, per quella di Renzi.
Vendola ha dichiarato che ascolterà i due candidati approdati al ballottaggio e che appoggerà chi di loro evocherà una speranza politica e culturale.

Di primo acchito verrebbe da pensare che i voti vendoliani migreranno su Bersani, ma è bene non dare niente per scontato.

Se fare politica per Vendola è seminare in attesa di germogli, viene da pensare che con Vendola e aldilà di Vendola esistono milioni di semi con altrettanti germogli, e con relativi frutti.

Ci sono poi i voti di Puppato e di Tabacci.

La sfida è aperta, apertissima.

 

barbara

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: