Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Istruzione pubblica’ Category

L’unico problema, fino a vent’anni fa, era decidere se si voleva fare l’avvocato o l’insegnante o il geologo. Se si sognava di diventare critico cinematografico o ingegnere. Il dilemma era se mettere una volta per tutte la X sulla casella “chimica” o “informatica” o “filologia classica”.

Il problema, fino a vent’anni or sono, era sottoscrivere in anticipo la cambiale sul proprio destino. Che avrebbe costituito – comunque – un progresso certo.

Era un tempo nel quale frequentare l’università era un privilegio e un onore, anche per noi che non avevamo i campus; che avevamo al massimo la biblioteca, qualche aula, il bar d’ateneo; e c’erano i professori (che dovevamo imparare a chiamare “docenti”, perché non si era più alle superiori, diamine!) e la mensa, e alla mensa mangiare non costava troppo, e alla mensa e all’università potevano arrivare tutti o quasi, tutti o quasi con la certezza e con la paura di un futuro di impiego e d’impegno.

Qualcosa è cambiato.

Il sito della Camera dei Deputati riporta una ricca documentazione sulla legge 240 del 30/12/2010 (“Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l’efficienza del sistema universitario”).

Differenti opinioni:
Si parla finalmente di meritocrazia, di valutazione indipendente, di concorsi non più pilotati?
La normativa è lacunosa? Tutte le borse post-laurea (meno gli assegni di ricerca) sono abolite? I ricercatori rivendicano il riconoscimento dell’attività didattica, svolta quasi sempre al di fuori di ogni regolamentazione?
Rete 29 aprile
Conferenza dei Rettori delle università italiane
Partito Democratico
Francesco Giavazzi sul “Corriere della Sera”
Corrado Zunino su “La Repubblica”
Libero
Appello docenti e ricercatori delle università pubbliche italiane al Presidente della Repubblica per il ritiro del DDL Gelmini
L’opinione di Adriano Prosperi

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: