Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Elezioni presidenziali Francia’ Category

Sono quelle che mancano per sapere se l’Eurozona è salvabile e con essa la moneta unica, se un sogno lontano di un’Europa unita concepito da leader politici lungimiranti sulle macerie dello spaventoso conflitto mondiale più di mezzo secolo fa,  ha ancora la possibilità di realizzarsi o siamo invece di fronte ad un cammino inverso di disintegrazione politica, declino economico e culturale del continente con oscure prospettive per tutti.

In queste ore in Grecia si tengono elezioni decisive,  pro e contro quanto fin qui faticosamente costruito in Europa. Nuova Democrazia e Pasok, i due partiti ellenici tradizionali sostengono la permanenza nell’Euro del loro paese, altri alla loro destra e sinistra non ne vogliono sapere o quanto meno intendono rinegoziare le condizioni. Quasi una roulette russa!

Di contro in Francia PSF e Verdi si avviano a conquistare stasera la maggioranza all’Assemblea Nazionale contribuendo a dare uniformità istituzionale al governo appena eletto senza l’aiuto delle ali estreme. Un quadro di forza invidiabile per Hollande per perseguire un chiaro indirizzo filoeuropeo specie verso le diffidenze economico-finanziarie tedesche. Ci attendiamo che il nuovo governo ed il PSF stesso facciano del loro grande paese la guida riconosciuta del rilancio europeo in tutte le sedi.

Alla fine di Giugno cruciale sarà poi l’esito della riunione del Consiglio a Bruxelles. Ardua la scelta della Germania: in parole povere credere al futuro d’Europa e sottoscriverne il sostegno finanziario in questo difficile passaggio o guardare all’immediato interesse di casa preparandosi a gestire la fine dell’Euro? Se Angela Merkel punta al giudizio della storia, la sua decisione è forse già presa!

Max

Read Full Post »

Il Labour Movement for Europe, organizzazione che promuove il dibattito sull’Europa all’interno del Partito laburista e dei progressisti britannici, ha offerto durante la campagna per le elezioni presidenziali francesi un vivido esempio di fattiva intesa tra due partiti della sinistra europea. Un esempio che potrebbe indicare anche al PD una strada da percorrere per uscire dal nostro ostinato guscio locale.

Delle “lezioni” che i labour propongono di “copiare” dalle presidenzali francesi, il cui significato è ben più che nazionale, ci piace citarne una in particolare:

The most important lesson of the Socialist victory of May 6th must be drawn by Brussels and other national capitals. Franco-German cooperation remains essential to keep Europe on the rails. But it needs to be less one-sided. The demands for growth policies capable of stimulating job creation must now be heard. An effective growth strategy requires more than just labour market reform and perfecting the single market. An economic policy which creates real jobs requires using the resources of the EU Budget, the European Investment Bank and, indeed, the European Central Bank to support a continent-wide infrastructure programme, research and development, training and innovation. A policy based on regulatory reform without resources will not rescue Europe from the long-term doldrums.

Five lessons from France

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: