Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Bersani’ Category

Si sa, ci accusano di essere autoreferenziali. Per non smentire le attese apro una riflessione sulla direzione del partito di ieri.

Epifani, nella sua prima direzione da Segretario, ha cercato di fare il punto della situazione, a distanza di quasi 4 mesi dalle elezioni nazionali e di quasi 2 mesi dalle dimissioni di Bersani.

In un viaggio a ritroso nel tempo individua nel non essere andati al voto già nella primavera scorsa,  quell’errore  fatale, “assolutamente in buona fede”, che ci ha portato fin qui.

Parla del Governo,  ne parla bene, elogiando Enrico Letta e le sue mossa. Parla del futuro dell’Italia, dell’ Europa ed anche del futuro del partito.

Rinnovamento, snellimento e partecipazione saranno le parole chiave del nuovo PD. Il congresso si terrà entro la fine dell’anno.

Quando? Con che regole?  E qui casca l’asino. Tutto rimandato, a data da destinarsi, quando una apposita commissione avrà elaborato le regole del congresso.

Della serie: vogliamo che tutti giochiate a questo gioco ma le regole le facciamo noi (parlarne nei circoli?no, per carità, ci pensa una commissione di persone fidate!) e le regole ve le comunicheremo piano, piano, lentamente, tanto non c’è fretta. Buona partecipazione a tutti!

 

 

PaL

Annunci

Read Full Post »

Ci sono due modi di presentarsi a qualcuno col cappello in mano.

1) Accetti di far trasmettere in diretta la sessione di questua (tu sei il questuante, è chiaro);
2) Travesti la questua da offerta “forte” e la presenti in privato, cioè di nascosto.

In entrambi i casi è difficile, davvero difficile far passare il cappello che porti in mano per il cappello dal quale estrai la carta vincente.

E’ questo il PD che vogliamo?

 

barbara biagini

Read Full Post »

Pur provenendo dalla provincia di Siena, sono meno addentro alle vicende del Monte dei Paschi di quanto ne sia Beppe Grillo, che ha comunicato ai propri eletti la verità sul caso. Compreso il fatto che ci saranno altre morti, e che il suicidio di David Rossi non è stato un suicidio.

La verità è che è tutta colpa di Bersani se alcuni dirigenti, alcuni dipendenti e alcuni consulenti esterni (cooptati sul mercato dei fondi) hanno partecipato a operazioni illegali.

E’ colpa di Bersani se si è rubato, se si è comprata una banca (Antoneveneta) a un prezzo superiore al suo valore, se si è ingannata la Banca d’Italia.

Invece io vorrei dire – e l’ho detto ai militanti del M5S incontrati a un gazebo – che il PD nazionale non è necessariamente coinvolto nelle manovre del partito al livello locale; che vedono coinvolti, peraltro, il PDL e tutte le forze politiche della città.

Buffo che chi considera la stampa italiana una manica di parassiti pagati dallo Stato per disinformare i cittadini si faccia un’idea dalla suddetta, screditata, fonte.

 

barbara biagini

Read Full Post »

 

Domenica 17, alle 14,30, in piazza del Duomo a Milano.

Bersani, Ambrosoli, Vendola, Pisapia e Tabacci insieme per la “pre-chiusura” della campagna elettorale.

Pre- perché rimane un’altra settimana per volantinare, incontrarsi e discutere. Per provare a cambiare.

 

barbara

Read Full Post »

L’avevo auspicato un mese e mezzo fa e oggi avviene da un palco fiorentino: i due nostri ex contendenti uniti in campagna elettorale in cotroffensiva alla destra che rialza la testa e ai montiani che la testa se la sono forse montata un po’ troppo. Potrebbe diventare un’esperienza decisiva per noi ad impiegare più efficacemente l’energia e la comunicazione del sindaco per contrastare il cammino degli avvesari specie in Lombardia, regione come sappiamo determinante ai fini dell’affermazione in Senato. Non è mai troppo tardi.

Certo i nuovi ostacoli per noi si moltiplicano. Sulla strada ci troviamo di botto il macigno MPS, le indagini sui consiglieri lombardi spendaccioni, lo stesso attacco del neonato movimento Ingroia a disputare il consenso dell’alleato SEL. Non costituiscano nuovi alibi a nascondere la ns insicurezza tuttavia. Faccio mia qui la giusta esortazione di Michele Serra alla sinistra: bando a piagnistei e a menar gramo, faccia ognuno la sua parte di campagna a voce e testa alta. Solo così non avremo da pentircene.

Max

Read Full Post »

Ricorderete forse il mio auspicio di qualche settimana fa da queste righe a richiamare Renzi in servizio per vari motivi tattici di campagna a ns vantaggio. Leggo anch’io che Bersani lo ha fatto ieri stesso, trovando apparentemente con lui un’intesa volta a inseguire i montiani nel loro stesso campo centrista per assicurarci almeno in parte il consenso di quell’elettorato e arginarne comunque la pesante offensiva “liberal” in atto. Ben fatto PL, il momento giusto è proprio questo a me pare: lo riconoscevano ieri sera anche Diamanti e D’Alimonte a “Otto e Mezzo”.

Gli stessi studiosi non negavano tuttavia la difficoltà dell’operazione in presenza nel ns ventaglio di coalizione di posizioni più radicali e più moderate al tempo stesso. Come riconciliarle tra loro perciò nell’offerta politica? Diamanti richiamava l’attenzione ad altri grandi partiti della sinistra europea e americana che questa supposta contraddizione contengono al loro interno come condizione stessa per vincere le elezioni. Certo per farlo occorre la sintesi di un grande leader che vi aggiunga la sua forza di persuasione personale, io credo. Confido che Bersani sia all’altezza del compito che lo attende e ci porti in regalo Camera e Senato fra 50 gg. 

Allora leggevo commenti perplessi a questa ipotesi. E adesso?

Max

 

 

 

Read Full Post »

Facciamo il riassunto.

Stefano Boeri: “Se dovessero esserci primarie aperte io ci sono”

Matteo Renzi: “Si applichino le regole per primarie libere e aperte, come nel 2005, nel 2007 e nel 2009 e in decine di amministrazioni locali. Non si cambiano le regole del gioco in corsa, come vorrebbero Marini e D’Alema. Se fossero lo stesso giorno di quelle del centrodestra sarebbe meraviglioso”

Pier Luigi Bersani: “chiedo che la mia non sia una candidatura esclusiva. Avremo dunque modo, nel tempo giusto, subito dopo la ripresa, di investire l’Assemblea dei temi regolamentari e statutari e di prendere assieme le decisioni conseguenti”

Bruno Tabacci: ”E’ sceso in campo il leader di Sel Nichi Vendola […] con il suo movimento ed e’ un fatto che va salutato positivamente perche’ delinea con chiarezza i profili del fronte di centrosinistra. La mia presenza serve a controbilanciare, in termini di cultura di governo, con una concezione di moderazione che e’ un atteggiamento, un modo di pensare, un equilibrio che si propone”.

 

barbara

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: