Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2013

Grande entusiasmo istituzionale. Gran bidone per gli europei, salvo qualche gruppo industriale. Ci portano trecentomila disoccupati, che manterremo. Meno noto un milione di mine, che dovremo sminare, con spese enormi e rischio di vite. Residuo della guerra dei Balcani, quando, con grande acume, vennero sparse dai croati  nei loro boschi. Forse credevano che le mine sapessero distinguere i serbi dai croati.

Non paga dei suoi problemi, la UE li vuole aumentare. Vorrebbe anche la Serbia, col suo patrimonio di criminali di guerra, e la Turchia, negazionista del genocidio armeno, utilizzatrice di armi chimiche contro i Curdi e col suo ben noto patrimonio di civiltà giuridica.

Noi cittadini deleghiamo ad una ristretta oligarchia spregiudicata e manovrata dai grandi gruppi di potere  i nostri diritti e il nostro futuro europeo.

GdC

Read Full Post »

Si dice che la Santanchè sarà la vicepresidente della camera, rappresentante di PDL e PD

Che dire, SOS

 

 

PaL

Read Full Post »

Dove la ha trovata questa ridicola parodia di si vis pacem para bellum, il min della difesa? Alla scuola delle buffonate per dilettanti? È con queste pagliacciate chevdifende l’acquisto di aerei di prezzo iperbolico? Siamo in queste mani? È questo il governo nelquale, in parte, ci riconosciamo?

GdC

Read Full Post »

Siamo alle solite.

Ci siamo sempre stati e pare che ci saremo sempre, alle care vecchie solite.

Un membro del governo ha commesso degli errori. Lei dice che li hanno commessi altri al posto suo, e aspettiamo di sapere com’è andata.

Nel frattempo torna la domanda: è il transito dalla “società civile” alla politica o alla gestione della cosa pubblica che segna il passaggio da Povero Cristo a Ladro, da Specchiato Cittadino ad Approfittatore, da Campione a Evasore Fiscale? O il guasto c’era già prima?

Io sono per il “c’era già prima”. Non come predisposizione al male, ma come accondiscendenza per quanto può portare vantaggio a se stessi, magari senza arrecare danno (apparente) ad altri.

Lo spregio della collettività nasce spesso da stupida indifferenza, da cieca irresponsabilità, da ottuso egoismo.

Che non hanno altro scopo che un guadagno piccolo, un risparmio limitato, un posto avanti nella fila.

Che poi, però, si moltiplicano per sessanta e più milioni di oneri per il Povero Cristo, per lo Specchiato Cittadino, per il Campione.

Che – è quasi certo – spera che giunga prima o poi il proprio turno di fare quel passaggio alla fase successiva, ineluttabile e superiore.

Cose già viste. Solite. Le stesse. Idem.

barbara

Read Full Post »

“Se sei tedesco ma vieni fare il furbetto in Italia, il PD ti fa un mazzo così (anche giustamente, aggiungo io), se sei brianzolo e collezioni condanne il PD ti fa un inciucio così…”

Così oggi Crozza a Ballarò, fa sorridere ma fa anche riflettere…

Viene trasmesso poi poi, sempre su Ballarò,   un intervento dell’ on. Franceschini alla Camera, risalente ai giorni successivi alla funesta telefonata di Berlusconi: parole decise, pungenti e quasi aggressive riguardo quella vicenda .  Sono passati solo due anni e alla sentenza di condanna di lunedì, per quel medesimo fatto, è seguito il silenzio del Partito Democratico.  Schizzofrenia da governissimo.

Passi non gioire, ma almeno una reazione poteva esserci.

 

 

PaL

Read Full Post »

Nelle migliori tradizioni di quella che era l’America dei nostri sogni, l’America  della libertà, prende la staffetta da Weakyleaks per continuare la lotta. Le misure  repressive dellAmministrazione americana – e sì, di Obama, che peccato – meritano di essere da tutti severamente valutate. Piccoli paesi, come lEquador e l’Islanda, sembrano disposti a offrire loro rifugio.

GdC

Read Full Post »

Leggo che un calciatore, del quale non ricordo il nome, viene disputato fra due squadre, una di Parigi ed una spagnola, al prezzo di 100.000 milioni di euro.

I soldi, qualcuno li ha!

Se li può sbatter via per i servigi di un uomo in mutande che tira calci ad un pallone – per usare una vecchia definizione – li può dare allo Stato.

Chiaro che non pareggeranno il debito, ma serviranno a progetti scientifici, ambientali, culturali, filantropici di particolare rilevanza.

So che anche in quota PD, calmierare i calcistici sprechi è impopolare. Si ritengono gli italiani malati di tifo.

Ma i tempi cambiano. Il  Brasile – che, quello sì, primeggia nel calcio – dà un esempio. Anche i poveri abitanti delle favelas, che quelli sì, non hanno  altra fonte di svago ed esaltazione, si ribellano agli sprechi ed alle espropriazioni a loro danno.

Forse capiranno anche i tifosi di Berlusconi, Moratti et alii.

GdC

Read Full Post »

Come prima impressione, il Ministero prosegue nella sua svalutazione degli studi compiuti.

Il tema dovrebbe basarsi su di essi, studi di letteratura italiana e di storia. Che vuol dire un tema sul cervello? Gli alunni han studiato due paginette anatomo – fisiologiche. Non han mica compiuto studi di biologia all’università! E cosa c’entra Magris, autore da me apprezzato, ma che non compare accanto a Boccaccio o Foscolo nei programmi?

Si invitano gli studenti a collare ideuzze frammentarie  raccolte qua e là, chiacchere fra amici.

Poi verranno i quiz del cz di Invalsi.

Picconate alla cultura italiana, insomma, da parte di “esperti ministeriali” che forse non han fatto un’ora di lezione in vita loro.

Si affidino le scelte agli Insegnanti, non ai papaveruncoli del ministero.

GdC

 

Read Full Post »

La Lega vuole sfiduciare la ministra J. Idem per la vicenda della doppia residenza, con una palestra dichiarata come  abitazione per fini di evasione.

Premettendo che è ridicolo che la critica venga da chi non si è mai curato della correttezza e della moralità pubblica, resta il fatto che sarebbe cosa giusta che la Idem si dimettesse, come del resto farebbe un ministro in altri paesi europei in una vicenda simile.

Soprattutto dal momento che della correttezza e  della moralità noi facciamo i nostri baluardi.

Per dovere di cronaca, dopo l’elezione alla Camera nelle file del Pd, Josefa Idem ha comunque spostato la residenza e all’inizio di giugno 2013 ha regolarizzato la propria posizione con l’Imu, con un versamento «a titolo di ravvedimento operoso. Oggi ha chiesto scusa.
Ma se un personaggio Pubblico (nel senso di  persona della Res Publica) fa certe cose, deve  assumersene le conseguenze, che saranno sicuramente maggiori di quelle che avrebbe un comune cittadino.
E come quando queste tristi vicende riguardavano esponenti di destra ci si scagliava contro, lo stesso animus si deve avere quando è uno dei nostri ad essere coinvolto.

 

PaL

Read Full Post »

Terrorista, fanatico e simili gli epiteti della stampa.

Forse lo sarà stato. Ma è morto per la libertà. Difficile che sia sereno ed equilibrato chi si butta nell’inferno siriano.

Così la stampa fascista denominava i combattenti delle Brigate internazionali in Spagna.

Poi venne per chi suona la campana, e la buona borghesia si commosse per Maria Ingrid Bergman e Robert Gary Cooper.

Allora come ora le democrazie distolsero lo sguardo. Poi lo pagarono.

Per il Corriere di oggi, fu anzi um assurdo l’intervento in Libia. La sorte della popolazione di Bengasi, che sarebbe stata passata a fil di spada, come si diceva all’epoca di Sergio Romano, non concerne la realpolitik.

GdC

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: