Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2013

Squlibrato chi lanciò la statuetta a Berl.

Squilibrato chi ha leso (in maniera assai preoccupante) il carabiniere 

Sovversivi gli anti tav(termine improprio per il traforo, che nulla ha a che vedere con la tav)

La risposta: militarizzare. Dichiarare le zone rosse o militari.

Scaricare sui valorosi servitori armati dello stato colpe non loro.

I politici  girano circondati da guardie armate. Per Berl, un piccolo esercito.

Nessun esercito può, purtroppo, fermare i suicidi. Dei quali si parla il meno possibile.

Qualcuno preferisce la strofetta del ventennio: tutto va bene, madama la marchesa.

Altrimenti, si è ostili al PD!

GdC

 

 

 

Read Full Post »

Il primo ministero per star lontano dalla Boccassini ed, eventualmente, da S. Vittore. Col secondo, potrà tenere a bada comunisti, manifestanti, studenti, operai, notav, girorotondini tc.

Gira gira, il perno della politica italiana sono gli affari del cav.

E’ patetico assistere alle lacerazioni del PD, fra liberisti, antiliberisti, cattolici, laici, fioronigentiloni, etc., mentre lui non si scompone, se la ride e pensa ai fatti suoi: processi e mediaset.

I suoi non si pongono problemi; basta obbedire e ripetere a memoria ciò che dice, al resto “ghe pensi mi”

Dall’alto (non mi riferisco all’Altissimo) sembra giungere l’invito a mandar giù qualunque cosa.

Se no scatta la punizione: elezioni. Sarei curioso di sentire da voi gli argomenti coi quali invitereste a votare il PD odierno. Credo che  farebbe fatica a trovarne persino Mélanchon, che, ieri sera, ha mostrato in T V una Pacità oratoria e dialettica impressionante. Ma il PD vive chiuso in se stesso: altri partiti di sinistra, cosa siete?

In tutta Europa sono in libreria libri con le infamie, pubbliche e private, del suo amico privato Gheddafi; noi gli affidammo, nei suoi campi di concentramento, gli sventurati che cercavano di raggiungere l’Italia. Ci furono reati, gravi? Nessuno se ne preoccupa.

GdC

 

Read Full Post »

Abbiamo approvato, in due turni, nell’ordine, Bersani, Renzi, Vendola, coi loro programmi, con grande prosopopea.

Abbiamo votato per il PD , SEL e alleati.

Insieme a m5s abbiamo riscosso la grande maggioranz a dei consensi, per il cambiamento costruttivo, democratico, antidestraberlusconiano, critico verso la finanza spregiudicata,.

Volevamo un presidente al pieno della sua efficienza fisica e d’azione, in grado di accompagnare, senza travalicare, il cambiamento.

Ci rinominano un rispettabilissimo, venerabile personaggioquasi nonagenario, che ci ha già assegnato Monti il Restauratore ed il suo inetto governo.

Al posto di Bersani, o diRenzi, o di Vendola ci rifilano lafamiglia Letta, nipote e zio, che nessuno hamai scelto. Così potranno dialogare al pranzo di famiglia, in tutta sicurezza.

E non è che L’inizio, come dicevano i sessantottini.

Ora veniamorichiamati allo spirito della Resistenza. Quale? Quella degli italiani contro i nazifas cisti o quella degli ungheresi contro i carri armati sovietici?

A sentire Max il P D è stremato e rassegnato, gli italiani no. Regaleremo tutti gli elettori a Grillo?

Ma non è detto. Alle riunioni il conformismo impera; nessuno osa differenziarsi (vedasi le riunioni prima dei voti per Marini o Prodi), ma poi molti ci ripensano. Quanti?

A te, Max, la risposta dilettantesca, in attesa di quella professionale dei sondaggisti.

GdC

 

 

 

 

Read Full Post »

Una costituzione non si cambia perché alcuni parlamentari, pasticcioni e meschini, non sanno usarla

Le costituzioni nascono in grandi momenti storici, per il sentire di un popolo e la stesura di uomini illuminati.

Il presidenzialismo americano non viene perché i padri fondatori non sapevano eleggere Washington, Franklin o Jefferson. Si giustifica perché un paese immenso e ricco di autonomie locali necessitava una guida forte e sicura, resa poi più necessaria dal ruolo degli USA nel mondo.

Il semipresidenzialismo francese non arriva per caso: arrivò con la grande autorità di De Gaulle, e con il dramma immenso dell’Algeria e del rimpatrio di oltre un milione di francesi.

E, con personaggi minori, a parte Mitterand, non si può dire che sia così valido.

Coi pasticcioni contradditori ed inconcludenti, qualunque costituzione, anche se scritta da Solone redivivo, diventerebbe inadeguata. E di soloni, oggi, ne vedo pochi. Anzi, se penso a chi potrebbe decidere la modifica costituzionale, impallidisco.

GdC

Read Full Post »

Ieri sera ho partecipato ad un incontro di militanti, persone mature quasi tutte ed altresì ferventi e riconoscibili sostenitori del partito ai gazebi, ai volantinaggi e alle manifestazioni organizzate alle quali ho partecipato. Palpabile lo sconcerto se non un vero e proprio sconforto tra loro per l’accaduto. Al punto che qualcuno si domandava se avesse ancora senso questa (spesso antica!) appartenenza, altri così confusi da scegliere l’attesa per pronuciarsi ed altri ancora (pochini per la verità) a parole convinti che lo sbocco di governo con la destra (con questa destra!) sia l’unica soluzione possibile.

Io stesso non ho saputo esprimermi con sufficiente chiarezza per mancare totalmente di visione tra me e me. Senza dirlo esplicitamente ho soltanto rivangato il ricordo di un caro amico, che qui talora fa sentire la sua voce articolata, che all’epoca della mia adesione al PD profetizzava il divorzio tra le due anime principali del partito perché alla lunga inconciliabili. Quella per così dire a vocazione liberaldemocratica e riformista e quella di stampo sinistra radicale. 

E’ giunto forse quel momento, mi sono chiesto?

Max

 

Read Full Post »

L’inaffabile ministro Profumo chiude la sua carriera alla Pubblica istruzione, Amato forse ricomincia. Con manganellate agli studenti che manifestavano all’illustre ateneo pisano.

GdC

Read Full Post »

Bella idea, mutuata da Fini e Berlusconi. Una volta le idee a Firenze nascevano, oggi si fotocopiano. 

Fini lo voleva per motivi psicoideologici (l’ uomo forte e solo al comando), Berl perché lui è il massimo statista che l’Italia  abbia avuto. Col presidenzialismo, avrebbe portato le escort al Quirinale. Renzi che ci porterà? L’arte dello sgambetto?

GdC

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: